Creare il CV
Far risaltare le tue competenze

La sezione "Competenze" nel CV

Sezione fondamentale del CV, la sezione "competenze" deve essere gestita con cura, in quanto non deve essere vista come una sezione in cui vantarsi dei propri meriti senza nessuna logica o qualificazione.

La sezione "competenze" ha lo scopo di mostrare ciò di cui siete capaci, non di stilare un elenco delle vostre realizzazioni (che potrete eventualmente citare in corsivo)dans la rubrique « experiences professionnelles »). focus sur la section « competences » dans un CV.

La sezione "Competenze" nel CV: ma di cosa si tratta?

In un Curriculum Vitae, la sezione "Competenze" si riferisce alle vostre capacità interpersonali e alle conoscenze acquisite durante le varie esperienze professionali.

Ad esempio: se sei stato un insegnante, o uno scrittore, l'analisi e la sintesi dei dati è una delle tue competenze.

Le competenze si riferiscono anche a tutte le conoscenze teoriche acquisite durante la formazione scolastica o l'esperienza lavorativa.

Se hai lavorato come segretario della direzione e sei stato chiamato ad interessarti da vicino alla legge, per esempio nella redazione di contratti, allora puoi dire che conosci il Codice del lavoro, in quanto non è alla portata di tutti, e che questo indica una particolare competenza.

La sezione "Competenze" nel CV: dove e come metterla nel CV?

La sezione 'Competenze' è di grande interesse per i recruiter, è quella che dimostrerà loro quanto il tuo profilo abbia un valore in più, che ti differenzierà dagli altri candidati.

È in questa sezione che si può giocare con le parole per vendersi e far sì che il recruiter voglia incontrarti

Per dirlo in modo chiaro, la sezione "Competenze" è come un primo abbozzo delle argomentazioni che farete nel vostro eventuale colloquio di lavoro.

Per questo motivo è necessario utilizzarlo con saggezza e padroneggiarne gli aspetti, soprattutto in termini di posizionamento e di contenuti.

La sezione "Competenze" è direttamente collegata alla tua esperienza lavorativa e al tuo background educativo e pedagogico, quindi dovrebbe essere posizionata vicino a queste due sezioni, in alto a destra, o a sinistra, per esempio.

È importante non ripetere nella sezione "Competenze" ciò che è già stato indicato in un’altra rubriche, cioè "Istruzione" e "Esperienze lavorative", in quanto ciò creerebbe ridondanza e potrebbe svalutare il contenuto dei dati già forniti nel tuo CV.

In altre parole, non dare troppe informazioni, in modo da non farti prendere la mano e far sì che il reclutatore voglia conoscerti.

La sezione "Competenze" in un CV: competenze tecniche e non tecniche

Devi sapere che c'è una differenza tra le competenze: competenze tecniche da un lato, e competenze non tecniche dall'altro.

Le competenze tecniche si riferiscono a competenze 'hard' e corrispondono alle competenze concrete acquisite nell'ambito di compiti ripetitivi nel corso del proprio lavoro: data entry, gestione di una suite software, metodi di calcolo precisi, ecc.

Le competenze non tecniche si riferiscono a competenze 'soft' e corrispondono alle capacità umane acquisite durante l'esperienza professionale, e sviluppate da un punto di vista personale (anche con la stessa esperienza professionale, non tutti sviluppano le stesse abilità non tecniche): empatia, abilità gestire una squadra, rapporti con i bambini piccoli, risoluzione dei conflitti, ecc.

Se avete entrambi i tipi di competenze, elenca prima le competenze tecniche, poi le competenze non tecniche, senza separarle visivamente, mettetele semplicemente una dopo l’altra.

Perché? Le soft skills sono strettamente personali e possono fare la differenza con un recruiter esitante, quindi metterle per ultime rafforza il potere persuasivo delle tue parole e ti dà ogni possibilità di convincere il recruiter.

Examination d'un CV créé sur ExpressCV

La sezione "Competenze" nel CV: l'alternativa del CV delle competenze

Stiamo assistendo oggigiorno all'emergere di un nuovo stile di CV: il CV delle competenze.

La differenza con il classico CV è che invece di elencare le esperienze in ordine cronologico, elenca ogni abilità associate ad una posizione in particolare.

È un CV basato sulle qualifiche e non sull'esperienza. In questo caso, dovreste elencare le competenze nell'ordine del loro livello di importanza in relazione alla posizione offerta, o a quella per cui vi candidate.