I tipi di CV
Il CV funzionale

CV funzionale: come scrivere un CV funzionale?

Contrariamente al CV cronologico, il CV funzionale non comprende le esperienze professionali una per una, in ordine dalla più recente alla più vecchia o dalla più vecchia alla più recente.

Il CV funzionale presenta le capacità e le competenze del candidato con un approccio tematico piuttosto che cronologico.

Che cos'è esattamente un CV post-oriented? Come devo scrivere un CV orientato al post?

CV funzionale: i principi fondamentali del CV funzionale

Il curriculum è il modo per presentarsi al recruiter, mostrare le proprie capacità e abilità e cercare di distinguersi dagli altri candidati. Pertanto, è importante lavorare sul tuo CV e farne uno strumento di scelta nel processo di candidatura.

Il CV funzionale ha un enorme vantaggio: non fornendo una cronologia della tua carriera professionale, può facilmente nascondere un breve o lungo periodo di inattività nella tua esperienza. Il CV funzionale è quindi un grande alleato per i candidati che hanno quello che viene comunemente chiamato un "buco" nel loro percorso di carriera.

Il CV funzionale sarà quindi una dichiarazione delle tue competenze e capacità, senza riassumere la tua esperienza professionale. Si tratta di dimostrare, a livello tematico, che si è adatti alla posizione per la quale ci si candida.

CV funzionale: Come creare un CV funzionale?

Il CV funzionale dovrebbe contenere le stesse voci di un CV cronologico:

  • La sezione "Obiettivo": serve per presentarsi in poche righe e per esprimere che si sono colte appieno tutte le problematiche della posizione. Non esitare a consultare la nostra pagina dedicata alla rubrica. « Obiettivo ».

  • La sezione "Formazione": presenta ogni elemento del tuo percorso formativo. I candidati devono fornire i dettagli dei vari diplomi e certificati ottenuti, nonché l'eventuale preparazione agli esami o ai concorsi che hanno sostenuto, specificando le date, gli istituti e le lauree ottenute. Dovresti insistere su questa sezione se hai ancora poca esperienza professionale (meno di 10 anni). Non esitare a consultare la nostra pagina dedicata alla rubrica. « Formazione » .

  • La sezione "Esperienze professionali": consiste nell'elencare le varie posizioni ricoperte, in quali aziende, con quali problematiche e con quali risultati. Puoi privilegiare uno stile grafico del CV che ti permetterà di concentrarti sulle tue esperienze, o su qualcuna in particolare. Poiché non hai vincoli, come nel caso di un CV cronologico, puoi selezionare le tue esperienze professionali e concentrarti solo su quelle che rispondono alle problematiche della posizione per la quale ti stai candidando. Non dimenticare di compilare le tue referenze, o di inserirle in un piccolo inserto in fondo al tuo CV. Non esitare a consultare la nostra pagina dedicata alla sezione « Esperienza professionale ».

  • La sezione "Competenze": molto importante in un curriculum professionale, la sezione "Competenze" dà un’idea delle tue competenze professionali e personali attraverso qualche parola chiave, cioè del tuo know-how (capacità di calcolo, padronanza di una suite di software, ecc...) e delle tue capacità interpersonali (risoluzione dei conflitti, capacità manageriali, ecc...). Non esitare a consultare la nostra pagina dedicata alla sezione « Competenze ».

image description
image description
image description